Magiche Dolomiti #2 – Col di Lana

Ecco la seconda tappa del mio viaggio sulle Dolomiti della scorsa estate. Dopo il Sass de Stria meta di questa escursione è il Col di Lana, una cima poco frequentata capace però di regalare panorami incredibili, trovandosi essa nel bel mezzo delle Dolomiti.

Noi l’abbiamo raggiunta partendo dal Castello di Andraz e seguendo il sentiero Cai 21 bis. Devo ammettere che la salita non è stata proprio una passeggiata. Soprattutto la parte finale, come si vede nel video, era estremamente ripida e ha richiesto un minimo di attenzione nell’essere completata.

dsc_1276
La cima del Col di Lana

UN PO’ DI STORIA

Nel 1915 fra il 15 e il 20 luglio iniziarono le prime battaglie attorno al Col di Lana. Dal l al 4 agosto gli italiani attaccarono la cima e dopo un violento corpo a corpo la conquistarono, salvo doversi ritirare in seguito ad un contrattacco austriaco. Il 7 novembre successivo i fanti della 18° Divisione si impadronirono nuovamente della cima, ma ancora una volta gli austriaci riuscirono a riconquistarla.

Nel gennaio 1916 gli italiani decisero di piazzare una mina sotto la cima. Venne quindi scavato per oltre tre mesi un tunnel sotterraneo all’interno del quale vennero fatte brillare 5 tonnellate di esplosivo alle 23.30 del 17 aprile. Metà del contingente austriaco rimase ucciso dal crollo di 10 mila tonnellate di roccia mentre i restanti 140 soldati furono fatti prigionieri. Per poter controllare i passaggi verso nord ed ovest bisognava però liberare anche la vicina cima dello Sief.

dsc_1156
La chiesetta costruita nel 1935 in memoria ai caduti

Gli attacchi proseguirono fino all’ottobre del 1917 ma gli austriaci non cedettero. Il 2 novembre 1917, a causa dello sfondamento del fronte a Caporetto, la cima fu abbandonata e così il Col di Lana tornò austriaco.

dsc_1278

Tutto ciò sta a testimoniare l’assurdità della guerra combattuta su queste cime, le quali mettevano a dura prova la resistenza degli uomini, in particolar modo nella stagione invernale. Si può solo immaginare cosa devono aver passato qui quei ragazzi..

dsc_1293

Aldilà dei fatti storici il colpo d’occhio a 360 gradi che si ha una volta sulla cima è davvero mozzafiato. Eppure come ho già detto questa è una meta davvero poco frequentata, basti pensare che in tutta la giornata abbiamo incontrato si e no 10 persone! Un luogo che merita assolutamente una visita al pari degli altri più famosi delle Dolomiti.

Puoi seguire altre mie escursioni su Instagram oppure nella mia playlist di Youtube.

Un pensiero su “Magiche Dolomiti #2 – Col di Lana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...