Storia del Cinema #20 – Anni 60 – 70

Se vuoi approfondire ulteriormente gli argomenti legati al magico mondo del cinema ecco qualche lettura interessante:

L’ABC del linguaggio cinematografico……..https://amzn.to/2X4XtGz

La grammatica del montaggio………https://amzn.to/2uVsSPY

Fare un film………https://amzn.to/2v7Ldtj

La grammatica dell’inquadratura………https://amzn.to/2IcLdRa

La fotografia nei film vol.1………https://amzn.to/2KoaYzM

La fotografia nei film vol.2.…….https://amzn.to/2D8TGkh

Negli anni 60 la tradizione viene affrontata con spirito rinnovatore da tutta una serie di giovani registi. In Francia ad esempio si sviluppa la Nouvelle Vague. In più i produttori vedono ottime opportunità di profitto nella cultura giovanile. E ancora i festival internazionali si moltiplicano contribuendo all’internazionalizzazione del cinema.

Questa nuova generazione è la prima ad avere una coscienza della storia del cinema, nelle scuole di cinema si studiano i grandi classici. A ciò va aggiunto anche un miglioramento nella tecnica cinematografica, con l’attrezzatura che si fa più leggera abbassando così i costi di produzione.

Spesso la cinepresa si tiene lontana dal soggetto sfruttando lo zoom per seguire l’azione, i campi e controcampi sono realizzati con le focali lunghe, abitudine che rimarrà fino agli anni 70.

Il montaggio diventa un elemento centrale, soprattutto quello frammentario e discontinuo che sfrutta anche la tecnica del jump cut, un esempio si trova in FINO ALL’ULTIMO RESPIRO (1960) di JEAN LUC GODARD. Tuttavia non viene nemmeno disdegnato il piano sequenza, anzi questo viene favorito da un’attrezzatura adesso più leggera e semplice da utilizzare.

Jean-Luc-Godard.-Fino-all-ultimo-respiro

In questi anni per cui il teleobiettivo, il montaggio discontinuo e i movimenti di macchina elaborati soppiantano le composizioni in profondità inaugurate da Quarto Potere.

Nel primo dopoguerra il cinema europeo si basava sul realismo di eventi casuali, con attori non professionisti che si muovevano in ambienti reali. Adesso ci si spinge ancora più in là come vedremo ad esempio con la Nouvelle Vague. In HIROSHIMA MON AMOUR (1959) i flashback iniziano a essere usati per intensificare un particolare stato mentale dei personaggi.

hiroshima-mon-amour-locandina

Una Nouvelle Vague si ha anche nel cinema tedesco a partire dal 28 febbraio 1962, quando un gruppo di giovani registi pubblica il Manifesto di Oberhausen, che denuncia la crisi del cinema tedesco.

La PRIMAVERA DI PRAGA ha poi nel 1968 una grande influenza sul cinema in Cecoslovacchia, che si vede letteralmente liberato rispetto al passato aprendo nuove possibilità alla sperimentazione. Ma il tutto ha breve durata, perché già l’anno dopo l’URSS riprende il controllo imponendo un ritorno al realismo socialista. Anche il cinema polacco subisce restrizioni dall’alto ma si riprende più facilmente dal momento che vi si insedia una leadership più tollerante.

Le PROTESTE DEL 68 danno luogo a un CINEMA IMPEGNATO che crea collettivi di registi il cui prototipo è il gruppo americano Newsreel, che realizza film sulla protesta contro la guerra in Vietnam.

Gruppi collettivi si formano anche in Francia. Il regista impegnato che avrà il maggiore successo commerciale è EMILE DE ANTONIO, di cui si ricordano ORDINE DEL GIORNO e NELL’ANNO DEL MAIALE.

Accanto al cinema impegnato si sviluppa un CINEMA POLITICO che fonde la politica della sinistra con stili innovativi. Alla testa di questo cinema stanno JEAN LUC GODARD e NAGISA OSHIMA. Godard si converte al maoismo e forma il gruppo Dziga Vertov che da vita a film senza trama, nei quali delle voci leggono brani di Marx o Mao. Nagisha Oshima invece dirige molti film sulla politica studentesca.

Se vuoi approfondire ulteriormente gli argomenti legati al magico mondo del cinema ecco qualche lettura interessante:

L’ABC del linguaggio cinematografico……..https://amzn.to/2X4XtGz

La grammatica del montaggio………https://amzn.to/2uVsSPY

Fare un film………https://amzn.to/2v7Ldtj

La grammatica dell’inquadratura………https://amzn.to/2IcLdRa

La fotografia nei film vol.1………https://amzn.to/2KoaYzM

La fotografia nei film vol.2.…….https://amzn.to/2D8TGkh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...